top of page
  • Tivoli Guidonia City

Si è battuto per salvare Villa Adriana da una nuova discarica, riconoscimento a Urbano Barberini



Premiato alla XI edizione Jean Coste 2023 il principe Urbano Barberini per il suo ventennale impegno sul territorio del VI municipio di Roma, in particolare la battaglia nel 2011 per salvare Villa Adriana dalla realizzazione della nuova discarica dopo la chiusura di Malagrotta. Il premio, sezione cinema e teatro, a cui presenzierà anche il Ministro Gennaro Sangiuliano, è un importante riconoscimento per i progetti culturali proposti negli anni, tra cui visite guidate con ospiti illustri e un eco-festival in collaborazione con il FAI, con cui è riuscito a far conoscere a cittadini, giornalisti e personalità del mondo dello spettacolo la bellezza dell’Agro Romano Antico ad est di Roma e a sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza della salvaguardia e la tutela di un territorio ricchissimo da un punto di vista storico e archeologico, oltre che paesaggistico, dove insistono i resti dei grandi acquedotti romani, tra cui Ponte Lupo, magnifico complesso di ingegneria idraulica del 147 a.C., resto dell’acquedotto dell’Acqua Marcia, che Thomas Ashby considerava il più importante tra i ponti degli acquedotti. “Siamo sempre qui, sentinelle del territorio, a presidiare quest’ultima parte di Agro Romano Antico rimasta ancora integra, per proteggerla da progetti speculativi e discariche, attraverso azioni di resistenza culturale“ spiega Urbano Barberini, già assessore alla cultura di Tivoli.

“Il VI municipio è ricco di tesori che vanno protetti e valorizzati, e la tutela può essere garantita solo attraverso lo sviluppo di un’economia sana rispettosa dei luoghi e del paesaggio, per questo promuoviamo una sinergia fra le aziende agricole e i Beni Culturali di cui quest’area è ricca, e questo premio è un incentivo per continuare con le nostre attività, anche attraverso la presenza di personalità del cinema, del teatro, del giornalismo e della cultura. Vogliamo trasmettere l’amore e il rispetto di questi luoghi alle nuove generazioni, affinché si rendano conto che questi straordinari reperti del nostro passato, che rappresentano la nostra storia e identità, sono il nostro futuro. Ringrazio per questo Premio, la professoressa Rita Pomponio, che con instancabile impegno, da tanti anni, continua a promuovere la conoscenza di questo territorio nelle scuole e sensibilizzare le nuove generazioni”.

79 visualizzazioni0 commenti
bottom of page