• Redazione

Tivoli: Le opere Petra Feriancovà a Villa D’Este e al Santuario Ercole Vincitore



di Claudia Crocchianti -


Le Villae sono liete di presentare il 18 luglio “Fabvlae”, la mostra personale di Petra Feriancová (1977 Bratislava, Slovacchia) nella duplice sede di Villa d’Este e del Santuario di Ercole Vincitore a Tivoli che durerà fino al 13 settembre. Il progetto è stato realizzato grazie al supporto dello Slovak Arts Council. Nell’ambito di 'Level 0 – Art Verona', importante occasione di collaborazione tra musei e artisti contemporanei, il direttore delle Villae Andrea Bruciati ha guardato al lavoro dell’artista Petra Feriancová, rappresentata dalla Galleria Gilda Lavia di Roma, per sviluppare un racconto dei siti tiburtini inedito nella poetica e nel vocabolario, eppure coerente con lo spirito dei luoghi.  La stessa artista Petra Feriancovà ci ha rilasciato questa intervista.

Il 19 luglio espone le sue  opere a Villa d'Este, come è nata l'idea di esporre in questo luogo meraviglioso?

“Ho vinto il premio 'Level 0 di ArtVerona' dove mi ha premiato il dottor Andrea Bruciati, il direttore di Villa D'Este, e cosi ho avuto l'invito ad esporre in questo luogo”.

Cosa ama dipingere e un' opera a cui è più legata delle sue?

“Forse l'opera più complessa è stata quando ho rappresentato il mio Paese alla biennale di Venezia nel 2013, oltre la produzione dell'arte ho dovuto pensare anche all'organizzazione e alla logistica più complicata in una città come Venezia e  poi anche perché  la Biennale è sempre una manifestazione molto importante con tutte le pressioni e le aspettative che porta con sé. 

Che tecniche utilizza? 

“Il mio lavoro insieme alle riflessioni personali interagisce con lo spazio insito e alla situazione particolare. Mi interessa architettura, le sue questioni funzionali e tecniche, poi la scrittura, la narrazione spesso associata con l'immagine, in relazione con la nostra capienza immaginazione e memoria”. 

51 visualizzazioni

©2020 di Tivoli Guidonia City. Creato con Wix.com