• Tivoli Guidonia City

Villae: Restituire la centralità storica a Vibia Sabina, moglie dell'imperatore Adriano

Aggiornamento: 19 mag



La Camera di Commercio di Roma è promotrice, in collaborazione con il Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale e l’Istituto Villa Adriana e Villa d’Este – VILLAE, dell’evento "Diamo a Vibia quel che è di Vibia – Il ruolo delle donne nella storia", con il quale intende celebrare Vibia Sabina, moglie dell’imperatore Adriano. L’iniziativa, dal forte valore simbolico, nasce dall’idea di restituire centralità storica a una figura femminile che ebbe un ruolo determinante nella vita politica e istituzionale di Roma. Al centro dell’evento la monumentale statua in marmo pario, di oltre due metri di altezza, che rappresenta Vibia Sabina, nel tipo iconografico della Grande Ercolanese, con l’himation a coprire il capo e un lungo chitone. L’immagine potrebbe essere stata realizzata dopo la morte dell’imperatrice nel 136 d.C. come suggeriscono l’idealizzazione dei tratti del volto e i confronti iconografici. Restituita al patrimonio italiano nel 2007 dal Museum of Fine Arts di Boston, attualmente è conservata presso i Mouseia di Villa Adriana. Per l’occasione viene esposta al Tempio di Adriano che, con l’occasione, viene ribattezzato come Tempio di Vibia Sabina e Adriano, in linea con la volontà di Antonino Pio, figlio adottivo dell’imperatore, che volle dedicare l’edificio alla memoria di entrambi i coniugi.

L’esposizione temporanea, aperta oggi mercoledì 18 maggio 2022 da un convegno con illustri personalità del mondo istituzionale, accademico, letterario e giornalistico, tra cui Roberto Riccardi, Comandante dei Carabinieri Tutela del Patrimonio Culturale, Andrea Bruciati, direttore dell’Istituto Villa Adriana e Villa d’Este, Francesca Cappelletti, direttrice generale della Galleria Borghese, Cristiana Collu, direttrice generale della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma, Daniela Porro, Soprintendente Speciale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Roma e Claudio Strinati, storico dell’arte, è visitabile presso il Tempio di Adriano, in Piazza di Pietra (RM), negli orari di apertura della sala dedicata.




19 visualizzazioni0 commenti