• Redazione

Tivoli: Domani alle 17,30 ristoratori, baristi, commercianti e imprenditori in piazza contro il Dpcm



Si organizzano i commercianti, i ristoratori e gli imprenditori di Tivoli, che domani saranno in piazza alle 17.30 per protestare contro la chiusura alle 18 dei ristoranti e contro la chiusura totale di alcune attività considerate non essenziali.

Teatro di questa manifestazione pacifica sarà Piazza Garibaldi. Come accaduto in altre parti d'Italia, esclusi gli episodi violenti di Napoli, Torino e in parte Roma, l'obiettivo della protesta è l'ultimo Dpcm emanato dal Governo Conte, in barba ai tanti sacrifici fatti in questi mesi per mettersi in regola e rispettare i protocolli.

Anche il nostro giornale, come annunciato da tempo, si schiera dalla parte di queste attività penalizzate dalle decisioni del Governo, che doveva trovare assolutamente altre ed efficaci soluzioni in questi mesi per fronteggiare la prevedibile ondata d'autunno del Covid 19.

Qualche giorno fa fuori il noto ristorante "Alfredo alla Scaletta" è apparso uno striscione eloquente che evidenzia la netta posizione dei ristoratori nei confronti delle decisioni del Governo. E non è finita qui. Si fanno sempre più intense le voci di un lockdown quasi totale, della durata di 3-4 settimane, che il Governo vorrebbe imporre a partire dal 9 novembre o addirittura anticiparlo al 4-5 novembre. Un lockdown che imporrebbe la chiusura delle attività commerciali non essenziali, dei ristoranti e dei bar, ad esclusione delle farmacie e dei negozi di generi alimentari e delle consegne a domicilio. Quindi meglio far sentire subito la propria voce di dissenso.

A dare sostegno alla manifestazione di domani ci sarà anche e soprattutto l'Unione Commercianti, con il presidente Manrico Berti in testa, associazione nata subito dopo il primo lockdown con l'obiettivo di far rinascere Tivoli. Ma con queste chiusure sarà sempre più difficile veder risplendere la Superba.

"Una scelta folle e esasperata - dicono all'unisono gli organizzatori della protesta in merito al Dpcm annunciato domenica scorsa - che scarica le colpe e le incapacità del Governo sulla schiena di imprenditori e lavoratori. Per mesi abbiamo assistito al suicidio economico del Paese con bonus a pioggia nei più disparati campi come quello dei monopattini, del bonus vacanze e, peggio ancora, dei banchi a rotelle. Oggi tutto questo non è più accettabile".

Appuntamento domani sabato 31 ottobre alle ore 17.30 a Piazza Garibaldi a Tivoli.

854 visualizzazioni

©2020 di Tivoli Guidonia City. Creato con Wix.com